Bolaffi, collezionismo dal 1890

Un’esperienza nel campo del collezionismo, in tutte le sue declinazioni, che dura da quattro generazioni. Dal 1890 ai tempi attuali, la passione per la filatelia di un giovanissimo Alberto Bolaffi senior si è trasformata in un’impresa con quattro punti vendita (a Torino, Milano, Roma e Verona), un organico di oltre cento collaboratori e una rete di agenti estesa in tutta Italia. È il gruppo Bolaffi, punto di riferimento nel panorama del collezionismo nazionale e internazionale.

Alberto Bolaffi1890 Genialità

Quando la filatelia era ancora agli albori e almeno in Italia rappresentava ancora un settore di nicchia, il giovane Alberto Bolaffi ebbe un’intuizione: abbandonare il commercio di biciclette per puntare tutto sui francobolli, la sua passione. Passò così dalla semplice attività di scambio alla compravendita, anche grazie agli annunci pubblicati sui periodici dell’epoca. Nel 1893 aprì il primo negozio a Torino, in via Cavour.
Da quell’intuizione sarebbe nata un’azienda che avrebbe fatto storia.
Una storia che porta ancora il suo nome.

Giulio Bolaffi1923 Tradizione

Uno dei filatelisti più importanti di sempre tanto da essere celebrato nel 1991 su un francobollo italiano. All’indomani della guerra, all’attività commerciale affiancò quella editoriale fondando la Settimana nel Mondo, dalla quale sarebbe nato il mensile Il Collezionista e i celebri cataloghi Bolaffi.
Sviluppò criteri di catalogazione e quotazione dei francobolli e intuì il valore dei documenti postali come testimonianza scritta delle grandi imprese dell’uomo, come la conquista del cielo e dello spazio.

Alberto Bolaffi1955 Passione

Interpreta il cambiamento dei consumi collezionistici e culturali degli anni Sessanta ampliando l’attività ad ambiti ancora inesplorati. Nel 1986 fonda il Collector Club, il settore di vendita per corrispondenza. Negli anni Novanta fonda la casa d’aste, che alla filatelia affianca la numismatica, i manifesti d’epoca, i manoscritti autografi, i libri antichi e gli arredi. Nel 2000 apre la strada alla filografia, il collezionismo dei documenti che percorrono la storia della parola scritta.

Filippo Bolaffi2012 Innovazione

La filatelia sposa il web: il catalogo Bolaffi diventa digitale e nasce la prima applicazione per iPad per il riconoscimento dei francobolli. A luglio 2013, con l’acquisto dell’Apple I, apre gli interessi collezionistici dell’azienda al vintage tecnologico. Dedica uno spazio specifico all’oro di borsa con la nascita di Bolaffi Metalli Preziosi e promuove la realizzazione di lingotti marchiati Bolaffi. Con lui la casa d’aste inaugura, in collaborazione con Slowfood, la prima vendita di vini pregiati e, poco dopo, i dipartimenti di fotografia, gioielli, orologi e arte moderna.